AVVISO criticità idrogeologica: sospensione attività didattiche il giorno 3/10/2020

Il CPIA  riporta quanto segue:

“ ORDINANZA N. 247 DEL 02/10/2020 DET. ORDINANZA Sindaco di Belluno_247_2020.pdf

18:43:26: ORDINANZA DI SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ DIDATTICHE DELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO E DI TUTTE LE MANIFESTAZIONI PUBBLICHE NONCHE’ DI DIVIETO DI COMPORTAMENTI PERICOLOSI IN RELAZIONE ALL’EMERGENZA METEREOLOGICA.

Richiamata la propria ordinanza n. 246 del 02/10/2020;
Visto:
l’AVVISO DI CRITICITA’ IDROGEOLOGICA ED IDRAULICA N. 57 del 1 ottobre 2020 emanato dal CFD (Centro Funzionale Decentrato) della Regione del Veneto che indica per il territorio su cui insiste il Comune di Belluno l’allerta “GIALLA” per la rete idraulica principale, “ROSSA” per la rete idraulica secondaria e “ROSSA” per il rischio geologico;
• l’avviso di condizioni meteo avverse che, tra l’altro, prevede venti in genere tesi / forti, con possibili ulteriori rinforzi di Scirocco;
• le prescrizioni di Protezione Civile, che raccomandano di prestare la massima attenzione per la sorveglianza dei fenomeni previsti e di prepararsi alla gestione di eventuali fenomeni emergenziali;
• l’aggiornamento meteo delle ore 9 del 2 ottobre 2020 rilasciato da ARPAV, in cui si avvisa che tra venerdì 2 e sabato 3 è previsto un intenso episodio sciroccale con precipitazioni estese persistenti su zone montane e pedemontane anche molto abbondanti specie su Prealpi e Dolomiti meridionali con a tratti forti;
Considerato:
che il tavolo provinciale di Protezione civile, convocato dal sig. Prefetto e tenutosi nel pomeriggio del 02/10/2020 anche in videocollegamento con il Centro Funzionale Decentrato della Regione Veneto, ha deciso di sospendere le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado e di sospendere lo svolgimento di ogni manifestazione pubblica, in considerazione del fatto che l’atteso peggioramento meteorologico si prevede che avvenga nel corso della giornata di sabato 3 ottobre;
Ritenuto di adottare misure a tutela dell’incolumità dei Cittadini; Visto l’art. 54 del d.lgs. 267/2000 e ss.mm.
ORDINA:
1) di sospendere le attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado; 2) di sospendere lo svolgimento di ogni manifestazione pubblica;
3) di non avvicinarsi a fiumi, torrenti e corsi d’acqua;
4) di non sostare in prossimità di frane e smottamenti, di alberi, di zone a rischio di allagamento, come garage sotterranei, scantinati o zone depresse;
5) di rimuovere o assicurare con attenzione lamiere o strutture che potrebbero essere portate via dal vento recando pericolo per le persone e le cose;
6) di interdire gli accessi al fiume Piave.

INVITA:
1) ad assumere un atteggiamento prudente in considerazione della possibilità di fenomeni di allagamento, smottamento e dissesto idrogeologico, anche improvvisi;
2) a non effettuare escursioni in zone non antropizzate, né di transitare su strade silvo-pastorali, strade di montagna e sui sentieri;
3) ad evitare di recarsi o sostare all’interno di locali sotterranei, quali garage e scantinati;
4) a prestare la massima attenzione alle indicazioni fornite dalle Autorità attraverso i media;
5) a prepararsi ad eventuali black-out che potrebbero verificarsi a seguito dei fenomeni previsti;
6) a considerare la possibilità di traffico intenso sulle strade e i lunghi tempi di percorrenza, cercando di utilizzare gli automezzi in modo contenuto e favorendo il car sharing, anche in considerazione di possibili allagamenti o di fenomeni di scorrimento superficiale delle acque meteoriche nelle sedi stradali urbane ed extraurbane.

Sottoscritta dal Sindaco JACOPO MASSARO”

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...