Piano didattico per la Didattica Digitale Integrata (DDI)

Piano didattico per la Didattica Digitale Integrata (DDI)

(approvato dal Collegio Docenti del 16/01/2021)

Piano scolastico DDI CPIA Belluno.pdf

1. Quadro normativo

L’emergenza sanitaria ha comportato l’adozione di provvedimenti normativi che hanno riconosciuto la possibilità di svolgere a distanza le attività didattiche delle scuole di ogni grado, su tutto il territorio nazionale:

• DPCM 4 marzo 2020, articolo 1, comma 1, lettera g;

• Nota dipartimentale n. 388, del 17 marzo 2020, recante “Emergenza sanitaria da nuovo Coronavirus. Prime indicazioni operative per le attività didattiche a distanza”;

• DL n. 22, dell’8 aprile 2020, convertito, con modificazioni, con Legge 6 giugno 2020, n. 41, all’articolo 2, comma 3;

• DL n. 34, 19 maggio 2020;

• Decreto del Ministro dell’istruzione n. 39, del 26 giugno 2020;

• DM n 89, del 2020, allegato A “ Linee guida sulla Didattica Digitale Integrata”;

• CCNI del 9 novembre 2020

2. Analisi dei fabbisogni La didattica a distanza è già stata sperimentata nell’anno scolastico 2019/2020, in seguito alla sospensione delle attività didattiche in presenza decretata dal DPCM del 4 marzo.

Le criticità riscontrate, dal punto di vista tecnico, sono le seguenti:

a) mancanza di una rete sufficiente a supportare la didattica in sincrono sia da parte della scuola e, talvolta, da parte dell’utenza;

b) mancanza di dispositivi elettronici da parte dei corsisti;

c) difficoltà da parte dei corsisti di disporre di un volume di traffico dati sufficiente ad affrontare le esigenze personali e quelle didattiche;

1 d) difficoltà da parte dell’utenza nell’utilizzo dei dispositivi elettronici;

e) difficoltà da parte di alcuni docenti nell’utilizzo dei dispositivi elettronici; Il CPIA di Belluno si è adoperato per risolvere le criticità tecniche:

a) si sta provvedendo a potenziare la rete attraverso la stipula di un contratto che comporti una maggiore disponibilità di traffico;

b) il Centro ha acquistato dispositivi elettronici da fornire in comodato d’uso ai corsisti che ne sono sprovvisti;

c) al momento questo aspetto non è stato ancora risolto;

d) gli studenti sono stati formati all’utilizzo dei dispositivi elettronici e del registro elettronico;

e) è stata fatto un corso di formazione per i docenti.

L’esperienza maturata nell’anno scolastico precedente ha però evidenziato altre difficoltà, soprattutto per gli utenti che frequentano corsi di italiano L2.

Gli abbandoni scolastici, infatti, sono stati consistenti per i corsisti dei primi livelli dei corsi di italiano per stranieri e diminuiscono nei corsi di primo livello primo periodo e in quelli di secon do periodo; la stessa tendenza è stata osservata nell’andamento delle iscrizioni dell’anno scolastico in corso. Questo è dovuto probabilmente al fatto che l’apprendimento di una lingua straniera, soprattutto per i livelli più bassi, è più efficace in presenza.

Inoltre molti adulti hanno difficoltà a gestire il proprio apprendimento in autonomia, soprattutto quelli a scolarizzazione più bassa.

3. Obiettivi

Gli strumenti e le metodologie del presente Piano rientrano negli obiettivi e nelle azioni operative del PTOF d’Istituto.

4. Strumenti

Per assicurare unitarietà all’azione didattica e alla comunicazione con i corsisti, per semplificare la fruizione delle lezioni medesime nonché il reperimento dei materiali e per rendere fruibile l’offerta formativa da qualunque tipo di dispositivi elettronici (smartphone, tablet, pc), verranno utilizzati i seguenti strumenti:

• sito web CPIA Belluno;

• registro elettronico SOGI;

• Google Suite;

• piattaforma Edmodo;

• applicazioni informatiche di messaggistica istantanea e/o e-mail, in caso di necessità particolari.

5. Modalità

Le attività per la DDI comprendono due modalità:

a) attività sincrone: sono svolte con l’interazione docente e gruppo studenti in tempo reale, come ad esempio le videolezioni e lo svolgimento di compiti e verifiche con il monitoraggio in tempo reale da parte dell’insegnante ;

b) attività asincrone: sono messe in atto senza l’interazione in tempo reale tra insegnante e gruppo studenti; tra queste attività figurano l’utilizzo del materiale didattico digitale indicato e/o fornito dal docente e le esercitazioni/rielaborazioni o realizzazioni di prodotti digitali da parte degli studenti.

6. Articolazione oraria delle lezioni

Nel caso in cui venga decretata la sospensione della didattica in presenza, saranno assicurate, grazie alla DDI, le seguenti quote orarie in modalità sincrona:

• per i corsi di italiano L2: almeno 8 ore a settimana. Se il corso in presenza prevede meno di 8 ore a settimana, la quota oraria in modalità sincrona sarà pari alla quota oraria prevista per quel corso;

• percorsi di Primo livello I periodo: almeno 9 ore a settimana;

• percorsi di Primo livello II periodo: almeno 12 ore a settimana;

• percorsi EDA: almeno 1 ora a settimana.

7. Modalità di verifica e criteri di valutazione

Verifica in modalità sincrona:

• verifiche orali in videoconferenza a piccoli gruppi o con tutta la classe;

• test interattivi con l’utilizzo di Google Moduli, integrati anche in Google Classroom, o altri strumenti informatici che favoriscono l’autovalutazione;

• verifiche pratiche con eventuale realizzazione di un prodotto o manufatto. Verifica in modalità asincrona:

• realizzazione e consegna di un elaborato o di un prodotto attraverso l’uso di uno degli strumenti previsti al punto 4 del presente piano.

I criteri di valutazione degli apprendimenti fanno riferimento a quanto riportato nel PTOF d’Istituto. La valutazione e l’autovalutazione degli studenti fa riferimento ai seguenti descrittori:

• partecipazione e coinvolgimento

a. partecipazione alle attività sincrone;

b. partecipazione alle attività asincrone.

Il docente pone particolare attenzione agli studenti che sono in difficoltà a frequentare le attività per motivi relativi a problemi tecnologici e logistici, problemi di lavoro, problemi familiari o altro;

• Impegno

a. contributo attivo e costruttivo;

b. svolgimento e restituzione di compiti assegnati.

• Interesse

a. curiosità;

b. approfondimento delle tematiche affrontate.

8. Privacy

Per quanto riguarda la tutela della privacy, si fa riferimento al documento “Didattica Digitale Integrata e tutela della privacy: indicazioni generali” del Ministero dell’Istruzione, che viene qui allegato.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche...